Stranger Things: Shawn Levy rivela che alcune idee della seconda stagione saranno tenute per una terza stagione

I produttori e scrittori di Stranger Things hanno qualche problema a mettere a posto la seconda stagione: hanno troppe idee. Il produttore esecutivo/ regista Shawn Levy ha rivelato che non solo il team stava lavorando sulla seconda stagione ma avevano formulato alcune idee per una potenziale terza stagione. Hanno detto che lo show potrebbe concludersi dopo quattro o cinque stagioni, ma in una nuova intervista con Mashable, Levy ha rivelato che quando hanno iniziato a mettere le basi per la seconda stagione, si sono resi conto che non sarebbero riusciti a far stare in un’unica stagione tutto quello che avevano in mente di raccontare:
“Essendo gli episodi scritti dai fratelli Duffer hanno realizzato che in nove episodi non sarebbero riusciti a raccontare tutta la storia. E ciò ci ha fatto pensare a cosa raccontare in questa stagione e cosa no. Dunque non tutte le nostre idee saranno in una stagione. Se abbiamo 40 idee, 30 verranno messe da parte, si spera, per capitoli futuri.”

Non c’è motivo per cui Netflix non rinnovi Stranger Things per una terza stagione, quindi ci sarà, ma è interessante sapere che mentre le stagioni dello show sono relativamente corte, i fratelli Duffer hanno un sacco di storie per questo secondo capitolo. La serie è girata quasi fosse un libro o un film e gli episodi così limitati aiutano a contenere la storia.
Ma Levy ha anche rivelato che la seconda stagione sarà molto incentrata su Will Byers:
“Quando abbiamo scelto i ragazzini del cast, avviamo scelto Noah Schnapp come Will Byers sapendo che ci sarebbe stato solo per poco nella prima stagione, essendo il ragazzo scomparso. E lo abbiamo scelto perché sapevamo che era speciale. Anche se non abbiamo potuto vedere tutte le sue abilità nella prima stagione. Will Byers è molto più centrale nella seconda stagione. Io e i Duffer, dipende da chi dirige, continuiamo a mandarci messaggi tra di noi, come “porca vacca, Noah sta spaccando tutto”; sapevamo che aveva qualcosa di speciale.”

La seconda stagione introduce volti nuovi, come quello di Sean Astin e Dacre Montgomery, e Levy ha ammesso che, per quanto lo show sia già pianificato, stanno cercando di modellare i personaggi a seconda delle performances degli attori che li interpretano:
“Devo dire che abbiamo trovato le performances dei nostri attori stimolanti, e portare dentro persone come Sean Astin; questo nuovo ragazzo, Dacre Montgomery; e questa nuova ragazza, Sadie Sink… dato che abbiamo visto il lavoro fatto per gli episodi, i fratelli Duffer stanno facendo sì che questi personaggi siano molto presenti durante tutta la stagione. Un perfetto esempio nella prima stagione, Steve Harrington, che doveva essere un personaggio in secondo piano. Abbiamo però visto cosa stava facendo Joe Keery e abbiamo capito che serviva qualcosa di più per lui. La stessa cosa sta accadendo con un sacco di nuovi personaggi quest’anno”
È già il 31 ottobre?

 

Fonte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: